Mio nonno, mi ripeteva spesso: - Fotoracconto di Drago Calogero

Fotoracconti

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito

Mio nonno, mi ripeteva spesso:

Fotoracconto di Drago Calogero - Alia Pubblicato il 15/02/2018
   
Mio nonno, mi ripeteva spesso: << nun cancia nenti lu niputi, cu acchiana acchiana nun cancia nenti >> Probabilmente la stessa frase, suo nonno gliela aveva ripetuta un sacco di volte e così via a ritroso nel tempo, come noi la ripetiamo ai nostri figli e la ripeteremo ai nostri nipoti. Intanto ti viene spontaneo chiederti il perché di questa innegabile realtà, e provi per quanto possibile a trovare la sintomatologia che la determina. Io cercando in giro mi sono imbattuto in qualcosa di simpatico pensata e scritta addirittura nel 1921, molto probabilmente non rappresenta la verità assoluta dei mali che ci affliggono ma non può non farci riflettere con un disarmante sorriso.
-------------------------------------------------------------
FURBI e FESSI di Giuseppe Prezzolini
1. I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi.
2. Non c`è una definizione di fesso. Però: se uno paga il biglietto intero in ferrovia, non entra gratis a teatro; non ha un commendatore zio, amico della moglie e potente nella magistratura, nella Pubblica Istruzione ecc.; non è massone o gesuita; dichiara all`agente delle imposte il suo vero reddito; mantiene la parola data anche a costo di perderci, ecc. questi è un fesso.
3. I furbi non usano mai parole chiare. I fessi qualche volta.
4. Non bisogna confondere il furbo con l`intelligente. L`intelligente è spesso un fesso anche lui.
5. Il furbo è sempre in un posto che si è meritato non per le sue capacità, ma per la sua abilità a fingere di averle.
6. Colui che sa è un fesso. Colui che riesce senza sapere è un furbo.
7. Segni distintivi del furbo: pelliccia, automobile, teatro, restaurant, donne.
8. I fessi hanno dei principi. I furbi soltanto dei fini.
9. Dovere: è quella parola che si trova nelle orazioni solenni dei furbi quando vogliono che i fessi marcino per loro.
10. L`Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l`Italia sono i furbi che non fanno nulla, spendono e se la godono.
11. Il fesso, in generale, è stupido. Se non fosse stupido avrebbe cacciato via i furbi da parecchio tempo.
12. Il fesso, in generale, è incolto per stupidaggine. Se non fosse stupido, capirebbe il valore della cultura per cacciare i furbi.
13. Ci sono fessi intelligenti e colti, che vorrebbero mandar via i furbi. Ma non possono: 1) perché sono fessi; 2) perché gli altri fessi sono stupidi e incolti, e non li capiscono.
14. Per andare avanti ci sono due sistemi. Uno è buono, ma l`altro è migliore. Il primo è leccare i furbi. Ma riesce meglio il secondo che consiste nel far loro paura: 1) perché non c`è furbo che non abbia qualche marachella da nascondere; 2) perché non c`è furbo che non preferisca il quieto vivere alla lotta, e la associazione con altri briganti alla guerra contro questi.
15. Il fesso si interessa al problema della produzione della ricchezza. Il furbo soprattutto a quello della distribuzione.
16. L`Italiano ha un tale culto per la furbizia, che arriva persino all`ammirazione di chi se ne serve a suo danno. Il furbo è in alto in Italia non soltanto per la propria furbizia, ma per la reverenza che l`italiano in generale ha della furbizia stessa, alla quale principalmente fa appello per la riscossa e per la vendetta. Nella famiglia, nella scuola, nelle carriere, l`esempio e la dottrina corrente - che non si trova nei libri - insegnano i sistemi della furbizia. La vittima si lamenta della furbizia che l`ha colpita, ma in cuor suo si ripromette di imparare la lezione per un`altra occasione. La diffidenza degli umili che si riscontra in quasi tutta l`Italia, è appunto l`effetto di un secolare dominio dei furbi, contro i quali la corbelleria dei più si è andata corazzando di una corteccia di silenzio e di ottuso sospetto, non sufficiente, però, a porli al riparo delle sempre nuove scaltrezze di quelli.
---------------------------------------------
Volevo solo aggiungere: tranquilli, per le imminenti consultazioni non vi mangiate la testa, tanto " cu acchiana acchiana nun cancia nenti " Probabilmente avremo nuovi FURBI ma ci saremo sempre tanti FESSI.
Un caro saluto a tutti.

 


Pagina 1 di 1
1 immagini presenti
Viste 434 - Commenti 1

FOTO e FOTORACCONTI DELLA SICILIA


Pubblica adesso le tue foto o i tuoi fotoracconti. Se sei già registrato al nostro portale inserisci i tuoi dati di accesso nel box in basso se non lo sei ancora registrati adesso


Sicilia in foto


Province della Sicilia
Foto e Fotoracconti dei comuni della Sicilia. Scegli la provincia di tuo interesse e vedi tutte le foto pubblicate
AGRIGENTO
CALTANISSETTA
CATANIA
ENNA
MESSINA
PALERMO
RAGUSA
SIRACUSA
TRAPANI

Pubblica le tue foto o crea fotoracconti registrati adesso
Se sei già registrato autenticati inserendo i tuoi dati di accesso





Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi fotoracconti
Continua la navigazione visualizzando altri fotoracconti