STRATUZZA MIA - Fotoracconto di IT ALIA REDAZIONE

Home/Fotoracconti

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito

STRATUZZA MIA

Fotoracconto di IT ALIA REDAZIONE
Stratuzza mia tu sì tantu bedda
pi li casuzzi chini d`alligria,
pi li to ` sciuri avanti ogni vanedda,
pi l`aria ca d`attornu ti firria.

`Ntempu d`estati, di sira a la friscura,
cu tantu oduri comu in primavera,
li vicineddi `nsinu a tarda ura
stannu assittati a la vecchia manera.

Lu me passatu mi fai ricurdari
stratuzza mia di un tempu chi fu,
quannu filici iu stava a jucari:

ora canciavu, ma nun canci tu
e `nvanu speru `nn`arreri turnari,
ma lu passatu nun ritorna cchiù.

GIUSEPPE NICOLA CILIBERTO

 



Pagina 1 di 1
1 immagini presenti
Viste 330 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi fotoracconti