Voci Siciliane

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
DITTA RUGGERO DITTA RUGGERO Pubblicato il 20/09/2014
Vacche Magre e Caos in Città

Vacche Magre e Caos in Città

Al Sindaco del Comune di Alia
All’Assessore alla viabilità del Comune di Alia
Per conoscenza alla Provincia Regionale  Palermo
Direzione viabilità provinciale
I sottoscritti cittadini e commercianti di Alia constata l’intollerabile situazione in cui versa il nostro territorio :
Strade dissestate, chiusura di collegamenti con il limitrofo paese  Montemaggiore Belsito , ci ritroviamo con Ordinanza Sindacale n°97 del 10/09/2014 a subire inoltre la chiusura della SP 7 dal km 24+100 al km 24+300( via  Palermo dal bivio Centimoli alla via Montegrappa) chiusura prodotta dai lavori di ammodernamento in corso di cui non tenuto e non si tiene conto ad oggi dei veri disagi di viabilità che provoca ai cittadini e ai vari automobilisti che transitano di passaggio nel nostro centro urbano creandogli delle difficoltà non indifferenti per trovare una strada alternativa per uscire da codesto paese per la scarsa ed inefficace segnaletica stradale tra l’altro non si tiene conto dei danni reali alle varie attività commerciali ubicate in tale zona che già subiscono le pesanti ripercussioni della crisi economica generale .Rilevato altresì che oltre ai danni sopra citati la chiusura del transito tratto della traversa interna SP 7 dal km 24+100 al km 24+300 determina il dirottamento ai veicoli anche con portata superiore a 3,5 T che s’immettono dalla SS 121 sulla SP 7 verso le seguenti vie: Centimoli, Via V. Veneto, Santa Rosalia, via V. Emanuele e Garibaldi ove un mezzo pesante con portata a 3,5 T ha serie difficoltà a svoltare sinistra per immettersi nella via  Palermo dove le attività ubicate hanno bisogno di essere rifornite di merci e carburanti . Inoltre tali mezzi pesanti pur riuscendo a dirigersi verso la via  Palermo hanno difficoltà nel ritrovarsi nel senso di marcia opposta della suddetta SP 7 seguendo un altro percorso alternativo: Bevaio del Bosco, via Calvario , Pernice , Portella Calcara e SP 53 tutte strade poco illuminate e disagiate non consigliabili come percorso alternativo ad un mezzo pesante in quanto inoltre una di esse è chiusa al transito…Ogni tanto dimentichiamo che ad Alia non abbiamo una circonvallazione come percorso alternativo ma solo vie e viuzze di montagna!! Tutto ciò crea una pericolosità accentuata con palese e reale rischio per automobilisti e pedoni che transitano o risiedono lungo le vie dei percorsi indicato dall’ordinanza n°97/2014 .Oggi più che mai vista la riapertura delle scuole collocate nei pressi di tali vie ed il conseguente aumento quindi del transito dei mezzi sia privati che pubblici si pone il problema della loro pericolosità , aggiungendo inoltre che sono sempre intasate dal traffico creando solo innumerevoli disaggi alla popolazione.
Noi cittadini chiediamo al Signor Sindaco del Comune di Alia la riapertura della SP 7, anche a unico senso di marcia .
In caso di risposta negativa pretendiamo che si assuma la responsabilità sia civile che penale dei danni alle persone o cose che si possano verificare.
Si richiede risposta scritta e orale in seduta di Consiglio Comunale.

Chiunque fosse interessato può aderire alla petizione presso I Supermercati Mazzarisi da Maria Mancuso e Valentina Di Piazza (ricci e lisci) Amphitrite di Maria Domenica Granata, Panificio Minnuto Randazzo , Stazione di Servizio di Nasca Salvatore.
Mi

Alia - Viste 974 - Commenti 0