Poesie Siciliane

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
BUTERA MICHELE BUTERA MICHELE Pubblicata il 14/08/2018

A STRATA A FOGLIA

APPENA CA TRASIVATU NA STRATA `A FOGLIA
DA LA PARTI STRITTA A MUNTI
SUBITU T`ACCHIAPPAVA UN JAURU
DI FORMAGGIU CASCAVADDRU E PICURINU
CA DDU POVIRU MISCHINU CA DI DRA PASSAVA
DI DDU JAURU SI M`BRIACAVA.
D`IMPACCI, SCINNINNU, MISU UN PO` DI LATU
C`ERA SEMPRI UNU CA VINNIVA OVA
E CHIU SUTTA LA STRATA SI STRINGIVA
TRA VANCAREDDRA DI FRUTTA E DI VIRDURA.
A GENTI A MALAPENA PUTIVA PASSARI
MA TUTTI ERANU CUNTENTI D`ACCATTARI
LI VUCI SI N`CRUCIAVANU E VANNIANNU:
SIGNURA S`ACCATTASSI I GIRI CA CI LI DUGNU A TANTU.
SPLINDURA DI CULURA GIALLU, VIRDI E RUSSU
E UN CARUSU N`MIZZU A STRATA CU LA SMINUZZATURA N`MANU
GRIDAVA:" ALLURA SIGNURA SA PIGLIASSI CA IENI FRISCA E DURA".
OH! CHI PROFUMU D`OLIVI ABBUNATI, D`ARIGANU E PUMADORA FRISCHI,
NA FESTA DI CULURA, BASILICU, CUCUZZI E MILINGIANI
E TANTA FRUTTA CA NUN FINIVA MAI.
SI N`CUNTRAVANU L`AMICI E LI PARENTI
E TI FIRMAVATU CU IDDI A CHIACCHIARIARI
E L`UCCHI TI CADIVANU NI DDI CADDROZZA DI SAZIZZA APPISA,
PUSAVATU LI SORDI INTRA LA MANU STISA
E T`ACCUNTINTAVI DI AVIRI FATTU NA BONA SPISA.
Caltanissetta 23/06/2014

Letture 186 - Commenti 0
Pubblica le tue poesie
Vuoi pubblicare le tue poesie?
Inviacele al seguente indirizzo di posta elettronica : assarca2001@gmail.com