Sonnu - Sleep -

Radici & Civiltà

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
Pubblicato il 18/07/2006
<b>Sonnu</b> - Sleep -
L’eventuale pubblicazione di parziali brani musicali allegati a testi scritti è fatta a titolo di Demo, essendo essa finalizzata a documentare la relativa ricerca della rubrica “Radici & civiltà” non avente scopo di lucro, ma, piuttosto, finalità di libera divulgazione culturale.

Sonnu - Sleep -

di Alberto Crescenti


Poesia già pubblicata in Arba Sicula XXV, rivista dell’omonima associazione culturale internazionale no profit, avente lo scopo di custodire, studiare e promuovere la lingua e la cultura siciliana.
La rivista, edita due volte all’anno, è pubblicata in Siciliano e in Inglese
http://www.arbasicula.org/


Mi fai sangu veramenti!
Finu a jeri ‘un ci crirìa!
Tutti l’uri e li mumenti
aju n testa sempri a tia!


Puru ‘n sonnu m’affacciasti,
amurusa quantu mai!
Ntê rinocchia t’assistasti
e nta vucca ti vasai.


Mi stringisti a lu to pettu,
mi parlasti a bassa vuci,
ti curcasti nta lu lettu,
mi dicisti: “Astuta a luci!”
Ch’emozioni! Chi mumenti!
D’arristari mbambulatu!
Poi, cu l’occhi surridenti,
ti mittisti a lu me latu.


M’acchianava lentamenti
na quarura nta lu visu,
mi sintìa, nta ssi mumenti
comu fussi n paradisu.


Ntô cchiù bellu m’arruspigghiu
cu n duluri nta lu schinu;
‘rapu l’occhi, mi stinnicchiu,
stringiu forti ...lu cuscinu!.


Viste 5130 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali