Doman (Domani)

Radici & Civiltà

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
Pubblicato il 03/11/2006
<b>Doman</b> (Domani)
L’eventuale pubblicazione di parziali brani musicali allegati a testi scritti è fatta a titolo di Demo, essendo essa finalizzata a documentare la relativa ricerca della rubrica “Radici & civiltà” non avente scopo di lucro, ma, piuttosto, finalità di libera divulgazione culturale.

Doman (Domani)


DOMAN


In on d de fine apre

son vegno fin qua mi seo

e l'aqua, va...xo par la ve.

Me fermo davanti a prima possa

'nd ghe leso l mondo che sta in tondo.

Da l'altra parte spia on caprieo,

po' n'altro, n'altro e n'altro 'ncora.

Me movo, i scanpa via.

Camino tra le posse.

Vardo e cane drio butare

e qua e l le alghe.

Scolto 'l gl gl del rospo

che xuga a far baussete.

I la ciama -Oasi val de'a Jema-

con core e forsa del pensiero

e qua -s- se cuna pardavero

i segreti -tanti- de'a Natura

Also i oci pensando al Doman

e vedo spontare infondo e pontra

scoersche e famejote a s'ciapi,

vojose de cognossare e savre.


Che piassre

pensare a on amor che torna

a baticore

tra pajine verte de vita

che sbroca for'a sanca e a drita.


Testo e voce narrante di Eusebio Berna Vivian


Nella foto, genzianella della valle


____________________________

Versione italiana


DOMANI


In un giorno di fine aprile

son venuto fin qui da solo e

e l'acqua scorre gi per la valle.

Mi fermo davanti al primo stagno

dove leggo il mondo che sta intorno.

Dall'altra parte spia un capriolo,

poi un altro, un altro e un altro ancora.

Mi muovo e scappano via.

Cammino tra gli stagni.

Guardo le canne che stanno germogliando

e qua e l le alghe.

Ascolto il gl gl del rospo

che gioca a nascondino.

La chiamano -Oasi Gemma-

con cuore e forza di pensiero

e qui -s- hanno la culla davvero

i segreti -tanti- della Natura.

Alzo gli occhi pensando il Domani

e vedo spuntare dalla rampa

scolaresche e famigliuole a crocchi,

vogliose di conoscere e sapere.


Che picere.

pensare ad un amore che torna

a batticuore

tra pagine aperte di vita

che sboccia a manca e a dritta.


Viste 5255 - Commenti 0