At Brown Friar’s Caves At Brown Friar’s Caves

C’è ‘na stanzia a la via pi lu Munti,

d’ùnni arìa l’Eroe dei due mondi,

di furnàca, addutata e furnu a lligna;

‘na bedda gghiuttena di petra di rina

e ‘na zaffinata, a la sar">

Radici & Civiltà

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
DIDACUS DIDACUS Pubblicato il 02/06/2009
<b>At Brown Friar’s Caves</b>

At Brown Friar’s Caves

At Brown Friar’s Caves


C’è ‘na stanzia a la via pi lu Munti,

d’ùnni arìa l’Eroe dei due mondi,

di furnàca, addutata e furnu a lligna;

‘na bedda gghiuttena di petra di rina

e ‘na zaffinata, a la saracina…

Un fumu lientu, chi s’agghiummarìa,

nesci pi’ fora e ‘nna ll’ariu si perdi…

-Amunìnni, ca Ninu famìa,

prova lu furnu, lu cielu abbianchìa,

metti erva bianca, ramagghia, a manati,

prova lu furnu pi li so’ amati,

iunci inestra e rami di uscigghia

e pensa pi la matri e pi li figghi,

metti lìlici e spini d’alastru,

c’è cu talìa e si la viri di l’àstricu,

iunci siccumi di salvia e amenta,

l’amuri allenta, lu cielu 'nchiarisci:

‘Nfurnamu lu pani? ‘Nfurnamu lu pisci?

‘Nfurnamu l’agnedda o la facci di vecchia?

Lu cacaniru, ca è amminzigghiatu,

vulissi tutti li zzì a la latata…

Lu furnu è prontu, l’azienda avviata!..

Lu furnu è biancu, canta la cucca,

in cincucientu, un po’ taci maci,

sapiti, cu arriva? La Lena Cook:

àvi ‘na recipe e ‘na fascidduzza,

fruttu di li smunciuti di Bacuccu:

- Just to starting the massarìa!

- Oh, farm,, oh , grange, diri vulìa...

Pie, cu ricotta! dici la bedda,

ca è, pua, sputata, la nostra vastedda…


Didacus


Viste 4046 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali