CARNEVALE

Radici & Civiltà

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
REDAZIONE RADICI & CIVILTA` REDAZIONE RADICI & CIVILTA` Pubblicato il 13/02/2014
<b>CARNEVALE</b>

CARNEVALE

Immagini di Carnevale


I falò ardenti,

dei quali abbiamo interpretato

i futuri presagi,

sono spenti.


I Remagi con l'Epifanìa

se li sono portati via.


Anche il fiume è gelato,

tuttavia il generale entusiasmo

non si è placato.


Risa, scherzi, schiamazzi,

lo scoppiettar di razzi;

una farsa quasi teatrale,

ci annunciano il CARNEVALE!


Il latrato impaurito dei cani,

un forte batter di mani;

...trasfigurazione, vestizione,

rappresentano l'antico, il futuro

ed il quotidiano,

a metà tra il mistico ed il profano...

La gente è pervasa da una festosa euforia,

una spontanea allegria

e...con pungente ironia,

sa sorridere sulle proprie miserie

dimenticando volutamente le cose più serie!...


Dolce sapor di frittelle,

pioggia di coriandoli

e lanci di caramelle,

di stelle filanti

per unire gli amori distanti.


La sfilata è passata,

la festa di cartapesta è finita

e continua la vita!


Mauro Tòffolo


Carneval par tuti


Lune, velete, paruche cotonà,

merleti e colane,

matrone, principesse,

cavalieri e vilane,

Zoro, Arlechin,

penaci sui capèi grandi,

scufiete ai picinin.

Cussì tuti fa festa

in maschara,

par essar na volta l'ano

quel che no se xe mai.


Distanti dai pensieri,

lontan da tuti i guai,

in meso a confusion

i poreti passa par siori.


Xe tuta na ilusion,

na festa, a tradission.


Adriano Gionco


Carneval e çénare


Trombe e coriandoli,

stele filanti e s-ciocchi,

musica e salti,

tose e tosati insieme.


Cossì balando,

strucando su

drio dei cantoni,

finisse carneval

dove ogni scherso val.


Ma la matina dopo

coi oci s-gionfi

se torna a lavorar,

ma dopo tuto

se torna come prima,

da novo persone serie,

çénare par pagar

le "trasgression"

par ricordarne

che tuto passa in pressa,

che restarà sol

la poca roba bona

e che qualche pecà

el Signor ne lo perdona.


Adriano Gionco


da “El Sil”, periodico del Circolo “Amissi de la poesia” - Treviso


Viste 790 - Commenti 0