ALIARABAT ARCHAEOLOGY

Radici & Civiltà

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
DIDACUS DIDACUS Pubblicato il 23/01/2015
<b>ALIARABAT ARCHAEOLOGY</b>

ALIARABAT ARCHAEOLOGY

Rosi, lavurava, a Barbarà,

tra Novembri e Dicembri, si nun sbagliu,

nna lu bagghiu, la zza Pitridda

pulizziava, verdura, cu perizia,

mistu di cauluzzi e salicazzi,

un filu di puorri, urrani tadduti…


‘Na vota, sì, tri voti, no,

l’ùmmara, cci appizza, e vogghia, avìanu,

li muli, di tirari, e s’appagnàvanu,

si lu patruni, isava, la vuci,

pi ‘na raggiuni, di connessioni,

di cui, lu Duci, cuntu, tinìa

da li tiempi, di li Rumanieddi,

ca nunca, su’ appizzati a la statìa,

pieri, a li Chianghi e mussi, a lu curtigghiu


Ora, chi minna c’è, turpiluchìa,

da fari ammusciri, li figghiulini,

di li cacuòcciuli, in siestu, virìli.

‘Na ucca di pithos, cu cosi scritti,

cci dici, lu figghiu, intellettuali,

unu, nni vitti, a Lercara Friddi

ma ‘un c’è viersu, di vìrini, all’Alia


Didacus


Viste 1488 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali