Sagra dell`olivo

Radici & Civiltà

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
TODARO GIOACCHINO TODARO GIOACCHINO Pubblicato il 13/03/2018
Sagra dell`olivo

Sagra dell`olivo

Fruscii di rami frondosi
si perdon nell’aria copiosi,
per mezzo di mani robuste,
con verghe usate per fruste.

Schiene di donne curvate,
prati coperti di tele cerate,
discorsi di mamme suadenti
e strilli di bimbi piangenti.

Di esili corpi gelati,
ricordi di tempi passati,
aduse ad estreme fatiche
ubbidienti mute formiche.

Mani sapienti  alla sfronda
drupa alla pesta gia’  pronta;
macine in pietra ruotanti
tra voci festose d’ astanti.

Commenti su quanto abbia dato,
notizie sul prezzo al mercato;
di come sia andata l’annata,
di terra assai  poco bagnata.

Visi segnati  trovan ristoro
nel  fluire del liquido oro;
profumo  di balsamo verde
che ovunque nell’aria  si perde.

Fragranza  di pane sfornato,
di mani  che l’han preparato,
di fritto  con zucchero sciolto.
La gioia del nuovo raccolto.

E’ quanto  affiora alla mente:
Vedere  così  quella  gente.


 


Viste 178 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali