ALBA PRATALIA

Radici & Civiltà

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
Pubblicato il 05/11/2005
<b> ALBA PRATALIA </b>

ALBA PRATALIA



ALBA PRATALIA

    Eppuru… lu poeta popolari
    un pocu di cultura l'àv'a aviri:
    un c'è bisuognu ca ci n'àvi assài,
    ma tantu quantu basta pi' sapìri
    cu' ènì Danti e cu' Pietro Fudduni…
    La punta di la littra 'un guasta mai…
    o duni di mazza o ammuogghi la pinna
    ni la carraffina cu' l'inchiostro
    di la pregiata ditta Watermàn…
    Tantu ca c'è un poeta popolari,
    un quartu alisi e tri calamignaru,
    ca, ni na sciarada assai sistiata,
    crea un parallellismu culturali
    tra cu' simìna e cu' teni la pinna.

    "Bianca muntagna, niura simenza,
    l' omu chi la fa sempri la penza…"

    Figghiu liggittimu di stessa matri,
    c'è, pua, l' "indovinello Veronese",
    'na li libbra di storia letteraria,
    ca in un disticu, antìcchia, ipermètricu,
    rispettu a lu nuostro endecasillabbu,
    dici la stessa cosa, all'ultimata:
    "Parèba boves, alba pratalia aràba,
    albo versorio teneba et negro semen seminaba...".

    "Lu sensu è trùbbulu, comu lu vinu,
    ma 'lustri intèrpriti di bella littra
    vìrinu chiaru lu parallellismu
    tra lu viddanu chi ara la terra,
    appizza l' òmmara, spingi li vuòi
    e jetta la simenza na li surchi,
    e lu scrivanu, cu' 'n manu la pinna,
    c'ammutta 'nchiostru a lu biancu fuogghiu .
    di Didacus
    pubblicato in " La VOCE della Mamma " di Alia, nr.4/99, pag.3





Viste 4363 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali