DOTT. GIOVANNI SIRAGUSA : COMUNICAZIONE - Fotoracconto di IT ALIA REDAZIONE
Pubblica

Home/Fotoracconti

DOTT. GIOVANNI SIRAGUSA : COMUNICAZIONE

Fotoracconto di IT ALIA REDAZIONE
Assarca.com
invio la comunicazione relativa alla  mia recente posizione assunta in Consiglio comunale                                                                                                                                 
Al Sindaco
Al Presidente                        
 Ai Consiglieri                     
Comune di Alia

Comunico alle SSLL,   per le seguenti ragioni e come già affermato in Consiglio Comunale, di lasciare il gruppo Rialziamo Alia, assumendo il ruolo di indipendente all’opposizione dell’intero quadro politico di maggioranza.

Come tutti sappiamo da oltre un anno si è aperta una crisi politica che ha determinato di fatto la disgregazione del progetto originario 2017. Questa condizione ha provocato una inerzia amministrativa che nella sostanza si è tradotta con effetti negativi sulla nostra Comunità.

Per tali ragioni ho cercato di propormi nel ruolo di capogruppo di tutti i consiglieri che appoggiano il Sindaco e la sua Giunta, e assumere un ruolo di
sintesi politico-amministrativa che superasse le differenze volute soprattutto dal gruppo misto creato dai consiglieri Gancitano, Vicari e Talamo. Quindi una linea politica unitaria e condivisa da tutti  che si ponesse d’apertura a tutte le forze presenti in Consiglio Comunale, per avviare una civica attività che portasse nel migliore dei modi alla conclusione della legislatura.

Infatti il 28 aprile c.a. ho fatto la mia proposta a tutti i componenti del quadro politico di riferimento. Per tutto questo tempo, triste dirlo, da parte di tutti loro si è sentito soltanto un silenzio assordante. L`unica persona che ha cercato di dare una risposta alla mia richiesta è stato il vice sindaco, persona
equilibrata e pragmatica che mi ha tenuto sempre in considerazione. A lui solo va il mio grazie.

Bene!
Siamo arrivati a questo punto per una semplice ragione: un gruppo autodefinitosi  misto, rappresentato nella sostanza dal Presidente del Consiglio, ha condizionato di fatto la vita politica dell`intero quadro di maggioranza che faticosamente avevamo messo in campo. Costoro sottraendosi fin dall`inizio a qualsiasi  confronto e dialogo, dimostrando scarsa lungimiranza politica, da subito si sono messi in evidente contrasto con il resto della maggioranza e il suo capogruppo, raggiungendo spesso accordi e mediazioni con la minoranza, dando una immagine disgregante che ha di fatto indebolito il Sindaco e la giunta. A loro va attribuita la principale responsabilità del naufragio del quadro politico. Vorrei ricordare che la mia persona ha tenuto un comportamento sempre leale, sia nei confronti del Sindaco che del Presidente, altrettanto non può affermare che queste persone lo siano state  nei miei confronti.
Nonostante ciò ho voluto fare l`ultimo tentativo politico che avesse senso, creare un gruppo unito aperto alle opposizioni e anche alle realtà politiche esterne, per dare un anima politica a un nuovo gruppo civico già in essere. Quindi mi sono semplicemente proposto come raccordo del quadro politico dove il capogruppo, come deve essere, ne rappresenta la linea e anche la comunicazione, per dare unità di insieme e forza all’amministrazione da qui alla fine della legislatura. A questa mia domanda e a questa mia legittima richiesta politica ancora una volta, per spirito di conservazione o di acredine personale, i tre consiglieri che hanno avuto la massima rappresentanza politica, si sono fermamente opposti. Chissà per quale ragion di stato o
preoccupazione o semplice miopia politica. Ritengo pertanto che non essere benvoluto, cercato, salutato, stimato e preso in considerazione, proprio da quelle persone con cui si condivide un progetto amministrativo, sia offensivo per l`intelligenza umana continuare a pensare di stare insieme a loro.

Quindi mi sono chiesto cosa ci sto a fare con questi signori? Che persino hanno cercato di  umiliarmi . Così è stato fatto, per esempio, quando in Consiglio comunale, nonostante ci fosse una mia giustificazione per l`assenza, suggerita telefonicamente dal Presidente del Consiglio, per la prima volta nella storia, chiese al Consiglio la mia decadenza. Che cosa triste!
Nonostante ci fosse una giustificazione ufficiale tramite pec, il Presidente anziché accoglierla metteva ai voti lo stesso la mia decadenza. Che vergogna!
Io non ho nulla di personale con nessuno di voi però è arrivato il momento che il nostro percorso politico finisca qui.
Mi porrò in modo dignitoso all`opposizione di questa amministrazione, in maniera autonoma e mai strumentale, come la mia storia ha sempre dimostrato.

Farò molte domande a questa amministrazione e al suo presidente e pretenderò delle risposte.
Andare via da questo gruppo non sarà certo una grave perdita, almeno per voi, ero già scomodo e di troppo,  e con il vostro silenzio mi avete semplicemente accompagnato alla porta.

Vi auguro buon lavoro per la nostra Comunità.
Il Consigliere Comunale

Dott. Giovanni Siragusa

 



Pagina 1 di 1
1 immagini presenti
Viste 1373 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi fotoracconti

SICILYMART.COM SICILYMART.COM