Voci Siciliane

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
DIPIAZZA PASQUALE DIPIAZZA PASQUALE Pubblicato il 06/09/2008

Gruppo consiliare di Alia

Al Signor Sindaco del comune di<a href=

Gruppo consiliare di Alia Al Signor Sindaco del comune di

Gruppo consiliare di Alia Al Signor Sindaco del comune di Alia Al Presidente del Consiglio Comunale Oggetto: MOZIONE I sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo U.D.C.; PREMESSO, che il recente Decreto fiscale varato dal Governo nazionale per il ripianamento dei debiti delle Aziende di servizi connessi alla gestione dei rifiuti, ha penalizzato le Aziende consortili costituite da piccoli comuni, ed in particolare l’Azienda dell’ATO 4 (COINRES), poiché i benefici del Decreto valgono soltanto per le Aziende che gestiscono i servizi per le città con più di 500 mila abitanti, tagliando fuori quelle consortili che svolgono un servizio altrettanto importante, con un’utenza pari o addirittura superiore a 500 mila abitanti. CONSIDERATO Che sono parecchie le aziende che negli anni hanno accumulato una situazione debitoria per una gestione non improntata all’efficienza all’efficacia e alla qualità, le quali hanno usufruito delle agevolazioni previste nel Decreto fiscale varato dal Governo nazionale. CONSIDERATO Che per legge tutti i comuni sono stati obbligati: a) ad effettuare lo smaltimento dei R.S.U presso le poche discariche autorizzate, quali Bellolampo, Camporeale etc., con una relativa lievitazione dei costi, dovuti al conferimento in discarica e il relativo costo di smaltimento; b) ad aderire agli AMBITO TERRITORIALI OTTIMALI (ATO) non avendo la possibilità di alcuna scelta, pena il diniego allo smaltimento e successivo COMMISSARIAMENTO; PER CUI OGGI SONO I LAVORATORI DELLE AZIENDE E I CITTADINI DELLE AREE INTERESSATE, A RISCHIARE DI DOVER PAGARE PER SBAGLI ALTRUI NON IMPUTABILI AGLI ENTI LOCALI, MA A QUELLI SOVRACOMUNALI, I QUALI NEI PERIODI DI COMMISSARIAMENTO NON HANNO CREATO QUELLE STRUTTURE NECESSARIE, QUALI TERMOVALORIZZATORI, IMPIANTI DI COMPOST, PIAZZOLE DI STOCCAGGIO DI R.D., etc., necessari per una gestione oculata efficiente ed economica. ALLA LUCE DI QUANTO SOPRA: I PRIMI RISCHIANO IL POSTO DI LAVORO I SECONDI UN COSTO ELEVATO E UN SERVIZIO POCO EFFICIENTE FANNO VOTI AFFINCHE TUTTI I SINDACI E I CONSIGLIERI COMUNALI ADERENTI ALL’ATO 4(COINRES) AL DI LA’ DEI COLORI POLITICI , SI FACCIANO PROMOTORI DI UNA INIZIATIVA FORTE E DECISA, PRESSO GLI ENTI SOVRACOMUNALI, AL FINE DI POTER USUFRUIRE DELLE AGEVOLAZIONI PREVISTE NEL DECRETO FISCALE NAZIONALE. Si richiede la convocazione urgente del Consiglio Comunale per la trattazione della presente Alia, 05/09/2008 I CONSIGLIERI: DIPIAZZA LINO DITTA ROSOLINO TARAVELLA VINCENZO

Alia - Viste 264 - Commenti 0