Voci Siciliane

VICARI LUCIO VICARI LUCIO Pubblicato il 13/11/2010
La morte della propria mamma, rappresenta per ogni essere umano la per

La morte della propria mamma, rappresenta per ogni essere umano la per

La morte della propria mamma, rappresenta per ogni essere umano la perdita di una parte di se stesso, lo so che lei non potrà mai leggere quanto adesso scrivo, ma sò che Lei avrebbe apprezzato queste parole. Se mi ami non piangere! Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo, se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento in questi orizzonti senza fine,e in questa luce che tutto investe e penetra, tu non piangeresti se mi ami. Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio, dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza. Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli al confronto. Mi è rimasto l’affetto per te: una tenerezza che non ho mai conosciuto. Sono felice di averti incontrato nel tempo, anche se tutto era allora così fugace e limitato. Ora l’amore che mi stringe profondamente a te, è gioia pura e senza tramonto. Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi, tu pensami così! Nelle tue battaglie, nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine, pensa a questa meravigliosa casa, dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme, nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità. Non piangere più, se veramente mi ami! " Sant`Agostino"

Alia - Viste 537 - Commenti 0