Pubblica

Voci Siciliane

VICARI RITA VICARI RITA Pubblicato il 04/06/2011

Un paese in cui l`incuria e la prepotenza di qualcuno decide cosa salvaguardare o cosa deturpare: questo è Alia.

Scusate lo sfogo, cari compaesani, non voglio offendere nessuno, né tra i vivi né tantomeno tra i morti, però una cosa è certa, niente e nessuno nel nostro paese tiene alto l`orgoglio di ciò che Alia è.

Il mio intervento è riferito sia alla “croce di pietra” sia alla “cripta” e anche all`ultimo sfogo di Vincent che dalla lontana America vede stravolto il caro ricordo della sua infanzia a causa di una colata di cemento!

Una strada poi, la via Celso, dove non c`era nessuna necessità di asfaltare poiché la colata termina sempre nella scalinata, per cui non è che adesso sia diventa carrabile e abbia risolto problemi di viabilità cittadina: e allora a chi si deve la scelta di quell`intervento e perchè?

Aspettiamo risposta da chi di dovere, poiché penso che asfaltare o no una strada avvenga dopo che il consiglio comunale all`interno di un ordine del giorno lo abbia stabilito o mi sbaglio?

Allora anzicchè mettere la testa sotto la sabbia come lo struzzo, prendiamoci le nostre responsabilità e mostriamoci democratici nel rispondere a chi chiede debitosi chiarimenti.

Mi chiedo inoltre: per essere indignati bisogna non essere residenti? perchè mi sembra che a esprimere le loro perplessità siano in maggioranza solo gli emigrati.

Con questo messaggio intendo mostrare la mia solidarietà a Vincent ma anche a tutti coloro che amano la conservazione del territorio.



Alia - Viste 845 - Commenti 0