Pubblica

Voci Siciliane

TICLI ENRICO TICLI ENRICO Pubblicato il 15/01/2012
Il problema, a mio avviso, non è il prezzo del pane. Un aumento

Il problema, a mio avviso, non è il prezzo del pane. Un aumento

Il problema, a mio avviso, non è il prezzo del pane. Un aumento di 40 centesimi al Kg, visto il precedente aumento dell`IVA e con i carburanti alle stelle, penso non scandalizzi nessuno. Quello che preoccupa invece è la mancanza di prospettive occupazionali per i giovani, di sviluppo per le nostre attività commerciali, vuoi per la crisi che pesa maggiormente nelle aree interne, vuoi per la mancanza di progettualità delle Amministrazioni comunali. Il nostro entroterra ha bisogno di collegamenti, Strade con la esse maiuscola. Ci sarebbe da chiedersi che fine ha fatto il progetto sulla Dorsale Imerese. Non è pensabile che per raggiungere, ad esempio, la vicina  Montemaggiore Belsito , che dista solo 14 Km, ci vuole circa mezz`ora. Senza degni collegamenti tutto il resto viene meno almeno che Alia non abbia qualcosa di unico da offrire. A questo proposito perchè, visti questi preparativi per le amministrative, non iniziare seriamente a parlare di cominciare gli scavi archeologici in Cda Barbarà? Mancano i soldi è verissimo, ma si potrebbe iniziare con 10 metri quadrati. Portare alla luce i resti di una qualche civiltà darebbe tantissime risposte probabilmente anche sulle origini delle Grotte della Gurfa sulle quali ancora oggi si fanno solo supposizioni su supposizioni e potrebbe fare affluire ad Alia fiumi di turisti disposti ad affrontare il sacrificio di qualche chilometro di tornati pur di vedere qualcosa di unico. Infine quello che mi auguro e che non avvenga quanto è avvenuto 5 anni fa quando nel periodo elettorale aliese si presentarono ben 4 liste delle quali non si è più sentito nulla dall`indomani della vittoria della lista Todaro. Vincere o perdere le elezioni non significa avere possibilità di fare o meno, partecipare o escludersi. Il problema è comune e solo comunemente si può risolvere basterebbe remare tutti verso la medesima direzione e con un movimento di pensiero cambiare dapprima la nostra mentalità e poi, forse, cambiare tutto il resto possibilmente seduti sopra qualche poltrona.

Alia - Viste 1078 - Commenti 0