Voci Siciliane

SPARACELLO CIRO SPARACELLO CIRO Pubblicato il 08/02/2012
A PROPOSITO DI CONTRIBUTO...............

ELEZIONI AMMINISTRATIVE -

A PROPOSITO DI CONTRIBUTO............... ELEZIONI AMMINISTRATIVE -

A PROPOSITO DI CONTRIBUTO............... ELEZIONI AMMINISTRATIVE - 2012/2017 ALIA AL CENTRO PROPOSTA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DI CIRO SPARACELLO Ho voluto dare il titolo “ALIA AL CENTRO” al programma che di seguito propongo proprio perché credo che debbano essere al centro l’impegno per i bisogni della nostra Comunità. Cosa penso di fare: LA QUESTIONE MORALE: Il primo impegno è quello di garantire una attività amministrativa improntata sui principi di trasparenza ed efficienza, nel rispetto delle norme di legge, astenendosi quindi dall’adozione di atti deliberativi poco chiari e poco lineari. Lottare non solo l’immoralità di scelte politiche di parte e clientelari, ma lottare con ogni forza contro qualsiasi tentativo di infiltrazione mafiosa e delinquenziale in genere. Nell’azione amministrativa non deve esistere il mercimonio dei posti di lavoro in cambio di consensi politici. Non approfittare mai dei bisogni della gente per strapparne consensi, mortificando la loro coscienza ed il loro libero esercizio dei diritti fondamentali della nostra democrazia. Nel rispetto della gente tenere sempre un rapporto di informazione e consultazione costante per farsi aiutare da loro nelle scelte da fare. A tal proposito, nel progetto per Alia, ho previsto che dopo tre anni dalla data dell’insediamento si terrà una consultazione volta a verificare il giudizio dell’elettorato sull’attività amministrativa svolta. E’ fin troppo chiaro che, in presenza di un risultato negativo, la logica conseguenza sarà quella delle dimissioni dell’intera amministrazione per consentire nuove elezioni. Non si può restare a forza. LA QUESTIONE DEL PERSONALE: La macchina burocratica del Comune, penso debba essere completamente ammodernata sia dal punto di vista della sua organizzazione, degli uffici che dalla sua ubicazione, penso che anzitutto bisogna dare dignità istituzionale ai funzionari che in buona sostanza rappresentano il primo gradino del GOVERNO, bisogna evitare affollamenti inutili nei vari uffici e renderli accoglienti, separando gli uffici relativi agli ORGANI ISTITUZIONALI Amministrazione e Consiglio Comunale, da tutto il resto. Dandoci la possibilità anche di creare nuovi uffici, a cominciare da quello turistico culturale e lo sportello per favorire l’imprenditoria giovanile. LA QUESTIONE DEI SERVIZI Sui servizi credo sia opportuno fare un intervento di grande spessore organizzativo ed economico. In particolare sulla Raccolta Rifiuti, sulla Mensa scolastica ,sulla piscina, che come si evince dai Bilanci dell’Ente questi hanno un peso economico eccessivo, per cui bisogna in prima istanza cercare di diminuire i costi e poi chiamare il Cittadino ad una maggior partecipazione sui costi, senza la quale non si potranno chiudere i bilanci futuri. LA QUESTIONE GIOVANILE: Come ho avuto modo di dire, i giovani costituiscono l’asse portante di una società che crede in se stessa. Il disagio sociale (ne sono prova i recenti atti di teppismo verificatesi ad Alia) che i giovani vivono è comprensibile. Un paese che non riesce a garantire loro un posto di lavoro, delle strutture ( teatro, attività culturali, sportive e ricreative) finisce per spingerli verso uno stato di prostrazione e di inutilità, che spesso è l’anticamera dell’alcolismo e della droga. Ecco perché è assolutamente necessario che l’attività amministrativa favorisca la creazione di strutture che garantiscono la crescita culturale e professionale dei nostri giovani. Bisogna favorire concretamente la creazione di cooperative giovanili che, di concerto con l’ente comune, suppliscano le mancanze dello stesso ente. Ad esempio la creazione di una cooperativa giovanile che si occupi, a mezzo di una apposita convenzione, della cura del verde sia nelle strade che negli spazi attrezzati. (nonché i piccoli lavori di manutenzione stradale, o la trasformazione di prodotti provenienti dalla raccolta differenziata ( carta vetro alluminio, la possibilità di coltivazione di erbe officinali –origano salvia-alloro-ecc.). Inoltre la creazione non solo di uno sportello informativo per i giovani ma anche la possibilità di un intervento del comune che consenta la messa in cantiere delle iniziative economiche e affinché su questa iniziativa ci sia la massima attenzione, inserire in giunta due validi elementi giovanili. LA QUESTIONE AMBIENTALE: L’amministrazione si farà carico di sollecitare la raccolta differenziata dei rifiuti, con apposite campagne promozionali ( utilizzando la forza lavoro giovanile ) premiando chi rispetta e sanzionando i trasgressori. Studiare la possibilità della creazione di sentieri geo-parchi alla “MONTAGNA”. Riattivare il parco botanico a suo tempo realizzato a ridosso del Cimitero Vecchio e del Museo etnico antropologico e renderlo cosi disponibile a quanti vogliano visitarlo. Riattivare, attraverso le varie fonti di finanziamento, la segnaletica turistico monumentale, ambientale e di percorso. Favorire la creazione razionale di sistemi di produzione di energia alternativa anche in forme privatistiche. Realizzare la produzione di energia fotovoltaica in tutti gli edifici pubblici e la promozione tra i privati. LA QUESTIONE SPORTIVA: Nella scala delle priorità un posto rilevante ha l’attività sportiva nelle sue diverse manifestazioni. Ammodernare gli impianti con sistemi di efficienza energetica della Piscina Comunale e promuovere convenzioni con le comunità vicine per migliorare le entrate economiche e consentire loro di usufruire di questa struttura, offrendo loro possibilmente anche i mezzi di trasporto per il collegamento con il nostro centro. Coinvolgendo anche le UNIONI DEI COMUNI DELL’ALTA E BASSA VALLE DEL TORTO. In loco favorire l’uso delle attrezzature sportive esistenti e il potenziamento attraverso personale specializzato che consenta un approccio corretto alla disciplina sportiva. Un posto rilevante penso debbano occupare i due circoli sportivi locali con le loro squadre di calcio, viste non solo come momento sportivo-campanilistico, ma anche come momento di sana competizione aggregante di una intera comunità. Stimolare l’attività sportiva soprattutto tra i più piccoli e nelle diverse discipline. LA QUESTIONE OCCUPAZIONALE: Lo sforzo maggiore dovrà essere quello del mantenimento prima e dell’aumento dopo dei posti di lavoro. E’ chiaro che il problema della disoccupazione non riguarda solo Alia, ma ha radici più profonde in Italia, nel Mezzogiorno, nelle aree interne dell’isola. Consapevole che i trasferimenti della finanza pubblica ai Comuni sono oramai esigui bisogna assolutamente rifarsi alle iniziative dei privati per attingere idee e capitali; aprirsi con intelligenza ed attenzione alle proposte dei privati vigilando sulle stesse, ma soprattutto sulla moralità e l’onestà dei soggetti che le presentano, evitando che la collaborazione si trasformi in un affare per il privato e in un danno per il pubblico. In particolar modo penso: TURISMO: Ritengo assolutamente necessaria la creazione di un ufficio speciale permanente del turismo che dovrebbe comprendere il sindaco, l’assessore delegato, il funzionario responsabile, un esperto nonché la consulta dei giovani e le associazioni che operano nel settore. Immagino uno sviluppo turistico che preveda la valorizzazione dell’esistente patrimonio culturale ( Grotte musei parchi ecc.) e la promozione delle nostre tradizioni più nobili, compresa quella dei nostri prodotti agro-alimentari, mediante l’inserimento in un circuito regionale delle iniziative relative in collaborazione anche con i nostri operatori Agrituristici e non. Strategica diviene la nostra posizione geografica favorita dall’arteria statale SS 121 , che ci collega alla Capitale ma anche alle Autostrade per PALERMO E CATANIA. Infatti con opportune convenzioni con società di trasporto, si potrebbero facilmente collegare i monti al mare ( vedi apertura definitiva della SP 7). In questo progetto un ruolo strategico credo deve essere assegnato alla costituzione della PRO LOCO perché possa incentivare le iniziative culturali e quindi vivacizzare il settore. Ristrutturazione della villa comunale, e farla diventare spazio potenzialmente polivalente. AGRICOLTURA Il nostro centro indubbiamente ha una naturale vocazione agricola e su questa dobbiamo fortemente puntare dando a questo settore le infrastrutture (strade, ricerche idriche, laghetti collinari) di cui ha bisogno, sfruttando i meccanismi legislativi che di volta in volta si presenteranno. Come ho già accennato, bisognerà pubblicizzare adeguatamente i nostri prodotti genuini,potenziando e migliorando la manifestazione che oramai è diventato patrimonio della nostra comunità “SICILIA ALLEVA” e comunque ripensando alla sua organizzazione compreso la data di svolgimento, e coinvolgendo le associazioni di allevatori ai vari livelli, creare dei mercati mensili per la vendita del prodotto agro alimentare e di quanto altro del nostro artigianato. LAVORI PUBBLICI Primaria importanza assume la sistemazione del prospetto e degli infissi del Palazzo Municipale, per una questione di decoro, e di immagine della sede istituzionale. Il completamento delle strutture sportive in atto e ammodernamento di quelle esistenti portandoli a parametri moderni ed alla massima efficienza (campo sportivo Piscina comunale). L’ istituzione dei “cantieri scuola” . Finanziamento del progetto dei lavori di riqualificazione urbana. Manutenzione straordinaria delle strade del centro urbano. Stimolare gli organi proposti al completamento delle stradi rurali e provinciali vedi SP 7 arteria strategica per il collegamento con il mare e la zona industriale di TERMINI IMERESE. LA QUESTIONE DEGLI ANZIANI: La cura dei nostri anziani oltre ad essere un dovere istituzionale è anche una occasione di valorizzazione della nostra storia e delle nostre radici. Il primo riguarderà il completamento della ex casa di riposo, da trasformare in una struttura parasanitaria che oltre al semplice ricovero anziani possa curare in loco, guanti di loro ne avessero necessità. Saranno inoltre attivate una serie di iniziative per lo svago ed il tempo libero, nonché occasioni di lavoro compatibili. LA QUESTIONE DEL VOLONTARIATO: Infine uno dei nostri progetti ambiziosi è quello di sostenere l’istanza solidarista delle associazioni esistenti, mettendo al loro servizio le strutture e gli spazi comunali disponibili cercando di sollecitare lo spirito altruistico della nostra gente, con la speranza di un sensibile coinvolgimento dei giovani. ALIA Lì 07/02/2012 (Ciro Sparacello) QUESTO CONTRIBUTO RESTA APERTO A QUANTI VOGLIANO DARE SUGGERIMENTI.

Alia - Viste 1394 - Commenti 1