Pubblica

Voci Siciliane

TICLI ENRICO TICLI ENRICO Pubblicato il 18/03/2012
Non comprendo come sia possibile che tutto ciò che nella rete p

Non comprendo come sia possibile che tutto ciò che nella rete p

Non comprendo come sia possibile che tutto ciò che nella rete possa definirsi immorale e/o destinato ad un pubblico adulto su facebook possa diventare di facile consultazione da parte di ognuno senza che apparentemente questo trovi ne pubblica indignazione ne conseguenze legali. Soggetti, ovviamente di dubbia morale, con assoluta semplicità, si registrano su questo, per tantissimi, oramai compagno di vita, pubblicano le loro raccolte fotografiche e poi vanno in giro a chiedere l` "amicizia". Ma che succede se un bambino concede l`amicizia ad un soggetto del genere? Bambino a parte, questo è quello che è accaduto a me che poco curo il mio profilo di facebook e concedo la mia amicizia a tutti coloro che me ne fanno richiesta. Trovo assurdo che un mezzo così alla portata anche di tantissimi minorenni sia stracolmo di "spazzatura" a cielo aperto e malgrado ciò trovi così tanto consenso... Ed ecco che a sentirne parlare ogni giorno fanno breccia gruppi sempre nuovi animati dal principio che più ci si avvicina al limite di tolleranza dell`immoralità più "amici " si trovano e più il gruppo cresce. Spero che, specialmente i giovani, si sveglino dal torpore ed inizino a respirare la vita reale e le vere amicizie fuggendo dagli inganni dei giochi on line e della stupidaggine che per poter essere presentabili bisogna avere il profilo di facebook stracolmo di amici, in caso contrario sei uno sfigato. Nel prendere le distanze da questo mondo comunico con grande soddisfazione che ho cancellato il mio account di facebook Buona domenica

Alia - Viste 1766 - Commenti 27