Voci Siciliane

SPARACELLO CIRO SPARACELLO CIRO Pubblicato il 29/08/2012

A proposito di emergenza loculi al Cimitero
Da giorni si vocifera c

A proposito di emergenza loculi al Cimitero Da giorni si vocifera c

A proposito di emergenza loculi al Cimitero Da giorni si vocifera che non ci sono più loculi disponibili per seppellire i nostri cari defunti. Arrivare a questo punto è davvero triste, basti pensare che nel lontano 1989 ( il sottoscritto Assessore alla Sanità) avevamo portato a termine il primo ampliamento del Cimitero, con ben 1000 loculi disponibili, e con un investimento (Cassa Depositi e prestiti) di 3.000.000.000 delle vecchie lire. Il un consiglio Comunale negli anni 1994 1999 decise e deliberò di vendere i loculi al cittadino per la modica somma di quattrocentomilalire ( praticamente REGALATO rispetto ai costi affrontati per la loro realizzazione) di fatti ben presto la disponibilità di loculi si esaurì. La Giunta Comunale con a Capo Enzo Siragusa a rimediato a tale stortura, portando il prezzo di acquisto a 1400,00 euro e costruendo circa 300 nuovi loculi ricavati a confine col vecchio ed il nuovo ampliamento cimiteriale. Ad oggi un ulteriore intervento riguarda un nuovo ampliamento per consentire a privati di potere costruire le tombe gentilizie e un’area pubblica ( a disposizione del Comune per costruire loculi per i Cittadini non iscritti alle Confraternite e per eventuali emergenze ( almeno questa era la volontà della Amministrazione( Sindaco Dandrea) che delibero il nuovo ampliamento dove si potranno edificare circa 450 loculi. E siamo alla EMERGENZA ……….. Cosa fare? Sempre da voci che si rincorrono pare che le Confraternite vorrebbero cedute queste aree per costruire loro i loculi ( magari a prezzo “ come si dice POLITICO” praticamente quasi regalato). E questo a mio modesto parere credo che non è possibile, primo perche tratteremo i cittadini in modo non equo, considerato il deliberato del Consiglio Comunale che per la cessione di aree a privati a emanato apposito regolamento indicando le somme di vendita ( €.9500,00 aree piccole e €.12000 aree grandi) per le singole aree, secondo perche si rischia per i Consiglieri un giudizio di responsabilità da parte della Corte dei Conti, per distrazione di somme, considerato il costo per la realizzazione del secondo ampliamento €.1.500.000,00. Cosa Fare? Credo che la strada da percorrere si una sola e si chiama PROGGETTO DI FINANZA . Visto peraltro l’impossibilità da parte del comune di potere finanziare direttamente l’opera (dovremmo contrarre un ulteriore mutuo) e credo che questo non sia possibile, peraltro cosi facendo il comune oltre al costo dell’opera affrontato potrebbe anche introitare qualche migliaio di euro in più, e per i temi che corrono non è male. Ciro Sparacello

Alia - Viste 1602 - Commenti 1