Pubblica

Voci Siciliane

ALLEANZA PER ALIA GUCCIONE SINDACO ALLEANZA PER ALIA GUCCIONE SINDACO Pubblicato il 03/07/2013
Comunicato

Comunicato

Si dice che la politica spesso dia alla testa, che renda gli uomini molto arroganti e presuntuosi. Per esempio, una persona che vuole rappresentare tutto e tutti è di sicuro arrogante e presuntuosa. Purtroppo, dobbiamo constatare che questi comportamenti sono abbastanza diffusi anche nella politica del Comune di Alia. Per questo vogliamo informare la cittadinanza su cosa sta succedendo nelle segrete stanze del potere. Il Sindaco Todaro ha abdicato. Ha ceduto e tolto ad altri assessori tutte le deleghe più importanti ( BILANCIO, PERSONALE, LAVORI PUBBLICI, PATRIMONIO, URBANISTICA, VIABILITA E SERVIZO MUNICIPALE), tenendo per se la gestione dell’ARIA FRITTA ( Ambiente, Sanità e Protezione civile). Si proprio così!!! Facente funzione di sindaco o meglio “factotum” è stato nominato Gioacchino Di Pasquale, attuale Presidente del Consiglio, nello stesso tempo Consigliere che, nello stesso tempo, è assessore, che sarà nominato Vicesindaco, che di fatto fa il Sindaco per grandi meriti alla carriera e che, nello stesso tempo, è anche Esperto (spiertu) di bilancio. Il nuovo che avanza, l’astro nascente della politica aliese si è materializzato. Non vi sembra questa un’abdicazione? Attenzione però!!! Prima di abdicare, il Sindaco Todaro ha fortemente voluto e imposto “ pena le proprie dimissioni “ ai propri consiglieri di Maggioranza la nomina del nuovo vecchio Presidente del Consiglio. Cosa sta succedendo nelle segrete stanze del potere? Di cosa ha paura il Sindaco Todaro? Cosa ne pensano i due Consiglieri che si sono dimessi per diventare assessori? Cosa ne pensano i candidati non eletti della lista Todaro? Il Sindaco Todaro ha fatto la campagna elettorale dicendo di essere credibile anche perché i giovani erano tutti dalla sua parte e che quella era una lista dei giovani e per i giovani. Ma dove sono adesso i giovani? Che fine hanno fatto? Noi lo avevamo detto che era una messa in scena e che poi ci sarebbero state le solite facce a comandare. Così è stato!!! Cari giovani o nuovi della politica, fatevi avanti se esistete, altrimenti non dite che siete giovani e nuovi, perché accettando questa politica dimostrerete di essere più vecchi degli altri. Riflettete, perché vedere personaggi che, arrivati al potere, si comportano come se fossero a casa propria non è un bel modo di intendere il bene comune.

Alia - Viste 1479 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi post