Voci Siciliane

IT ALIA REDAZIONE IT ALIA REDAZIONE Pubblicato il 30/05/2024
Fsc 2021-2027, per la Sicilia 6,8 miliardi. Firmato l’accordo tra governo nazionale e Regione: soldi anche ai Comuni madoniti

Fsc 2021-2027, per la Sicilia 6,8 miliardi. Firmato l’accordo tra governo nazionale e Regione: soldi anche ai Comuni madoniti

La Sicilia potrà contare su 6,8 miliardi di euro per portare avanti lo sviluppo infrastrutturale, economico e sociale del territorio nei prossimi anni. È il frutto dell’accordo per il Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2021-2027 tra la Presidenza del Consiglio dei ministri e la Presidenza della Regione Siciliana firmato questo pomeriggio al Teatro Massimo di Palermo, alla presenza dei sindaci di tutta l’Isola e di autorità civili, religiose e militari.

L’intesa garantisce con 5,5 miliardi la copertura finanziaria a 580 interventi in nove diversi ambiti e con ulteriori 1,3 miliardi il cofinanziamento regionale al progetto della costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina, ponendo la Sicilia al primo posto tra le regioni per risorse assegnate.

Nel dettaglio, la parte più consistente delle somme, 2,5 miliardi è destinato ad “Ambiente e risorse naturali”: agli 800 milioni previsti per la realizzazione dei termovalorizzatori si aggiungono, tra gli altri, finanziamenti per risorse idriche (527 milioni), rifiuti (164 milioni) depurazione (354 milioni), interventi per il contrasto al dissesto idrogeologico e all’erosione costiera (circa 700 milioni).

All’ambito “Trasporti e mobilità” è assegnato 1 miliardo di euro, di cui 710 milioni serviranno a interventi di manutenzione stradale e per nuove infrastrutture viarie. A “Competitività imprese” vanno 548 milioni; a “Sociale e salute” 392 milioni, di cui 271 milioni includono investimenti in strutture e attrezzature sanitarie; a “Riqualificazione urbana” 100 milioni; alla “Cultura” 182 milioni.

Per “Istruzione e formazione” sono previsti 80 milioni; per il settore “Energia” 67,5 milioni; infine alla linea di azione “Capacità amministrativa-assistenza tecnica” andranno 89 milioni.

Inoltre, 331,9 milioni di risorse Fsc 2021-2027 sono destinati al cofinanziamento dei Programmi europei della Regione Siciliana.A questi fondi si aggiungono 234 milioni di euro di anticipazione Fsc.La Regione Siciliana nella definizione della programmazione riguardante il Fondo di sviluppo e coesione 2021-2027 ha beneficiato del supporto di Cassa depositi e prestiti.


Nella pioggia di finanziamenti ovviamente rientrano anche molti Comuni madoniti tra cui  Castellana Sicula  che avrà 8 milioni e 200 mila euro per la terza vasca e dissesto della discarica di Balza di Cetta,6 milioni per la strada che da Tremonzelli porta alla discarica,cifre che consentiranno ai Comuni delle alte e basse Madonie di non avere problemi di smaltimento dei rifiuti per i prossimi anni e circa 570.000 per la frazione di Nociazzi.

Sono 14 gli interventi finanziati nella provincia di Palermo tra cui,il Comune di Cefalu’,cui vanno 3 milioni e 500 mila euro per CONSOLIDAMENTO DEL VERSANTE INTERESSATO DAI VIOLENTI E CALAMITOSI EVENTI INCENDIARI,poi ancora oltre un milione per il Duomo,2 milioni al comune di Petralia Soprana per LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE NELL’AREA MISTA ARTIGIANALE‐INDUSTRIALE DI BIVIO MADONNUZZA, oltre un milione di euro per Petralia Sottana per la strada intercomunale Petralia Sottana-Soprana,3 milioni circa a Geraci Siculo per LAVORI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELL’EX CONVENTO DEI PADRI CAPPUCCINI.Una grossa fetta delle torta andrà al Comune di San Mauro Castelverde, ben 25 milioni di euro per la frazione Borrello e poi tanti gli interventi finanziati che riguarderanno l’Unione dei Comuni Madonie. Di seguito pubblichiamo il decreto completo con cifre e Comuni interessati:
Programmazione
Presentazione
Redazione Madonielive


Alia - Viste 172 - Commenti 0