Notizie della Sicilia

IT ALIA REDAZIONE IT ALIA REDAZIONE Pubblicato il 03/03/2004
Alia, in appello pena ridotta all?ex sindaco.

Alia, in appello pena ridotta all?ex sindaco.

Ha preferito concordare una riduzione di pena, da quattro anni ad un anno e dieci mesi: l?ex sindaco di Alia, Gaetano D?Andrea, ex del Pci e dei Ds, poi passato a <>, era imputato di abuso d?ufficio, falso e calunnia; secondo l?accusa, fece togliere, per una sorta di ripicca politica, un contributo ad un compaesano, che utilizzava denaro pubblico per curarsi all?estero da una gravissima malattia.
D?Andrea ha preferito chiudere la vicenda accettando una pena inferiore a quella che gli era stata inflitta dal tribunale di  Termini Imerese. La decisione ? stata ratificata il 25/02/04 dalla Corte d?appello, che ha ritenuto <> l?accordo intervenuto fra il pg e gli avvocati Nino Calca e Enzo Fragal?. Ai familiari, costituiti parte civile, con l?assistenza dell?avvocato Francesco Caratozzolo, ? stata confermata una provvisionale di 75 mila euro.
Vittima di questa vicenda fu l?ex consigliere comunale dei Ds Antonino Lo Bue, morto nel 1999. Negli ultimi anni della sua vita, Lo Bue aveva ottenuto un contributo dal Comune per affrontare cure e viaggi molto costosi. Nel momento in cui, per?, la sua strada politica si divise da quella del sindaco, secondo l?accusa, D?Andrea revoc? la sovvenzione e poi invit? la Regione, l?Ausl e la Corte dei Conti, a provvedere al recupero delle somme erogate a Lo Bue per le spese mediche, sostenendo che l?ammalato avesse dichiarato falsamente di non poter affrontare le spese per le cure.
D?Andrea aveva sostenuto, dopo la sentenza del tribunale, di aver fatto il proprio dovere per << garantire i livelli minimi di legalit? >>. << Mi sorprende ? ha detto la vedova di Lo Bue, Francesca Albergamo ? la decisione di D?Andrea di concordare la pena, dato che egli aveva sempre sostenuto che sarebbe ricorso con coraggio e determinazione a tutti i gradi di giudizio, convinto come era della propria innocenza. Io e i miei ragazzi manifestiamo ancora una volta la gioia soprattutto per la incontestabile verit? ristabilita e cio? che l?accusa di truffatore dello Stato che D?Andrea aveva voluto attribuire a mio marito era una calunnia. Oggi per noi giustizia ? finalmente fatta ed ? un bel giorno>>.
Articolo tratto dal giornale di Sicilia del 26/02/04 pagina 20 (Provincia Palermo) scritto da CR.G.

Alia - Viste 30967 - Commenti 0
 
Seleziona l'archivio delle notizie di tuo interesse:
Notizie piu' interessanti filtrate dalla redazione di Arte e Cultura della Sicilia
Notizie di eventi di commemorazione della Sicilia
Notizie di Cronaca della Sicilia
Notizie di Politica della Sicilia
Notizie di carattere religioso della Sicilia
Notizie inerenti siciliani emigrati nel mondo
Notizie del mondo dello spettacolo della Sicilia e di siciliani nel mondo
Eccellenze produttive del settore gastronomico e manifatturiero siciliano novità
Notizie sportive della Sicilia


Seleziona l'anno del quale vuoi consultare l`archivio: