Notizie della Sicilia

IT ALIA REDAZIONE IT ALIA REDAZIONE Pubblicato il 30/05/2024
“A rischio collasso l’unità operativa di gastroenterologia del Policlinico di Palermo. Manca il personale necessario per assicurare i turni”

“A rischio collasso l’unità operativa di gastroenterologia del Policlinico di Palermo. Manca il personale necessario per assicurare i turni”

Tredici infermieri, 3 Oss e un Operatore Tecnico addetto all’Assistenza, a fronte di 20 posti letto e del servizio negli ambulatori. Questo lo stato dell’arte dell’Unità operativa di Gastroenterologia del Policlinico di Palermo, “una situazione gravissima che rischia di determinare il collasso del reparto” affermano Gaetano Mazzola, coordinatore del Dipartimento Sanità Pubblica della Cisl Fp Palermo Trapani e Salvatore Lo Piccolo, segretario aziendale Cisl Fp Palermo Trapani al Policlinico di Palermo, che su questo tema hanno scritto una nota indirizzata al Rettore dell’ateneo, Massimo Midiri, al commissario straordinario del Policlinico Maria Grazia Furnari, al direttore dell’Unità operativa di gastroenterologia, Calogero Cammà.

“Da tempo sottolineiamo le gravi criticità assistenziali rilevate nel reparto di Gastroenterologia – dichiarano Mazzola e Lo Piccolo – e non abbiamo ricevuto alcuna risposta alla nostra richiesta di potenziare l’organico e di individuare soluzioni indispensabili per migliorare le condizioni di lavoro dei lavoratori. Registriamo solo il silenzio assoluto”. Parte dell’organico, come sottolinea la Cisl Fp, è anche assegnata alla gestione degli ambulatori di gastroenterologia e di endoscopia. “È di palese evidenza che – proseguono Mazzola e Lo Piccolo- con il personale disponibile , risulta impossibile assicurare la copertura dei 5 turni della degenza. Con l’attuale organico è stato possibile garantire livelli minimi assistenziali grazie agli innumerevoli sacrifici espletati dagli operatori, che hanno effettuato più rientri sul giorno di riposo e cambi turno repentini. Le unità infermieristiche sono continuamente sottoposte ad attività demansionanti data la grave carenza del personale di supporto.

I pochi operatori socio sanitari sono allo stremo delle forze psicofisiche, impossibilitati ad assicurare le cure igienico alberghiere per i 20 degenti, cure indispensabili ancor di più visto che i pazienti sono affetti da patologie gastrointestinali. Tutto ciò ha generato una grave situazione di stress da lavoro correlato a un incremento esponenziale del rischio clinico assistenziale”. Per la Cisl Fp non è più possibile una “gestione simile che ormai non ha più carattere emergenziale, ma di cronicità. Serve un urgente e immediato intervento per il ripristino di un adeguato standard assistenziale nel rispetto dei criteri di sicurezza e dei diritti legittimi sia degli operatori che sia degli utenti. Non si può rimandare la soluzione del problema all’attivazione degli avvisi pubblici in corso di espletamento”.
Redazione Madonielive

Alia - Viste 668 - Commenti 0
 
Seleziona l'archivio delle notizie di tuo interesse:
Notizie piu' interessanti filtrate dalla redazione di Arte e Cultura della Sicilia
Notizie di eventi di commemorazione della Sicilia
Notizie di Cronaca della Sicilia
Notizie di Politica della Sicilia
Notizie di carattere religioso della Sicilia
Notizie inerenti siciliani emigrati nel mondo
Notizie del mondo dello spettacolo della Sicilia e di siciliani nel mondo
Eccellenze produttive del settore gastronomico e manifatturiero siciliano novità
Notizie sportive della Sicilia


Seleziona l'anno del quale vuoi consultare l`archivio: