Pubblica

Voci Siciliane

DRAGO CALOGERO DRAGO CALOGERO Pubblicato il 16/05/2016
Termometri di benessere

Termometri di benessere

Nelle mie frequenti passeggiate pomeridiane, spesso mi capita di incontrare i ragazzi (guai a chiamarli anziani) dell`UNITRE . Con molti condividiamo gli stessi hobbies e capita di fermarci a discutere e confrontare i nostri mondi. Ultimamente, complici le scarse precipitazioni, ci siamo ritrovati a parlare di acqua e gira e rigira, potevano mancare i riferimenti ai tempi andati? Le donne "ciuliavanu" di quanti usi riuscivano a fare con un secchio d`acqua, gli uomini dei tanti viaggi per potersela procurare. "Altri tempi" - disse il signor Corrado e stampandomi tre dita ad un palmo dagli occhi aggiunse: " Però acqua non ni potiva mancare, avivamu tri fontane con l`abbiviratoio, uno per ogni trasuta du paisi. Cosi caro amico, che non tutti potivano aviri . Certo ora l`acqua l`avemu in casa e la motozappa nnì finziona a benzina". A sera, sdraiato sul divano, pensavo al signor Corrado e all`enfasi orgogliosa nel mostrami quel tre sinonimo d`abbondanza. Mi è venuto naturale fare qualche passo indietro nel tempo per contare quante "brivature" provviste di fontanelle erano presenti nelle immediate vicinanze del centro abitato di Alia. La mia memoria ne ha identificate dieci! Probabilmente qualcuna mi sfugge, non saprei se in eccesso o in difetto, però erano sicuramente tante. Allora affiorano i ricordi di quando bambino, con i miei amici, giocavamo a rincorrerci tra la "brivatura" di "puzzu di Mesi" e la "brivatura tunna". Ogni giorno, ma in special modo la sera, ci imbattevamo in decine e decine di animali portati ad abbeverare. Nel periodo di transumanza, le signore del vicinato (per noi erano tutte zie) ci allertavano che quel giorno non si poteva giocare, "li sardari spostanu l`armali e s`hannu a firmari a brivirari". Allora ci sedevamo con i piedi a penzoloni sui muretti del ponte e ci godevamo quella marea di mandrie intorno all`abbeveratoio. "Annegghianu lu suli" commentava qualche anziano. Tempi andati! Qualcuno ancora li identifica come tempi "di povertà" anche se a pensarci bene forse erano tempi di aspettative migliori. Non so più quante "brivature" sono ancora presenti nel comprensorio Aliese, qui da noi nemmeno una, ma poco importa, oramai le loro funzioni principali sono state sostituite dai distributori di carburante, "termometri di benessere," dicono. Stamani, andando in giro ne ho contati nove esattamente il triplo delle fontanelle descritte dal signor Corrado. Una cosa però non quadra in ciò che economicamente rappresentavano gli abbeveratoi un tempo e ciò che rappresentano questi termometri di benessere adesso e viene spontaneo chiedersi: "ma nenti, nenti stamu iennu n`arretu comu lu curdaru"? Un caro saluto a tutti

Alia - Viste 1124 - Commenti 1