Voci Siciliane

Nuovo Regolamento Europeo per la protezione dei dati personali: aggiornamento informativa. Leggi Regolamento Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
CARDINALE MARIA CARDINALE MARIA Pubblicato il 28/04/2011
Mi è capitato spesso (forse come alla maggior parte ) di imbatt

Mi è capitato spesso (forse come alla maggior parte ) di imbatt

Mi è capitato spesso (forse come alla maggior parte ) di imbattermi in persone interiormente paralizzate che trascinano una vita scialba perchè non si sono mai accettate con i loro limiti e con le loro qualità.Una persona in particolare ripeteva sempre a se stessa di essere brutta ,piena di difetti e non accettata neppure dai familiari,i quali non la sostenevano in qualsiasi iniziativa.Vegetava nel suo lavoro,si trascinava con rassegnazione e spesso diceva :```Tizio fa tante cose,ma se io avessi la sua intelligenza,la sua istruzione......```ma nella sua voce c`era sempre rancore contro se stessa,contro gli altri,contro la vita,il fatto di avere tutti questi complessi non era indice di umiltà poichè il vero umile non teme nulla ,ne` gli altri,ne se stesso.Fino a che noi non avremo accettato i nostri limiti,non costruiremo nulla di solido poichè perdiamo il nostro tempo a desiderare gli strumenti,che sono nelle mani degli altri e non ci accorgiamo di possederne, anche se diversi ,altrettanto utili.Dobbiamo quindi,assolutamente,accettare noi stessi anche difronte agli altri,gli altri che hanno bisogno di noi così come siamo senza nessuna maschera..

Alia - Viste 353 - Commenti 0