Quannu nascìu Lercara

Radici & Civiltà

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
PIRRELLO CORRADO PIRRELLO CORRADO Pubblicato il 15/09/2008
<b>Quannu nascìu Lercara</b>

Quannu nascìu Lercara












Quannu nascìu Lercara, iu nun c'era

ma la storia ricorda una certa parintèra

di un Pirreddu Vincenzo vinutu di luntanu

appresso li baruna patruni di stu chianu.


La storia di "li Friddi e Friddiceddi"

a ricudàri li Scammacca e li Pirreddi

cu li Scagliuna, Iuannuni, Lu Munti e chiddi

li primi abitatura di sta terra sunnu iddi.


Pi mnenzu di li baruna bona genti

ogn'unu si chiamò a li parenti

e fu accussì ca criscìu lu villaggiu

fabbricannu nnà li Friddi a largu raggiu.


Quannu lu sottusolu si rindìsi

tannu si ingrannìu lu paisi.

C'era l'oro giallu sutta terra

chi fu di lu paisi ricchizza e guerra.


La storia riporta gioia e dulura

stanchizza e morti pri li surfàrara.

Lu paisi nni vitti di tutti culùra

lu pani duci, lu travaglio amaro era.


Chista è la storia di la terra di li Friddi

chi fici parràri boni cirivedda e chirchiriddi.

Ogn'unu l'ha cuntatu cu intillettu di lu sò versu

mentri iu ppi Lercara scrivu e nun è tempo persu.


Corrado Pirrello


Viste 3803 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali