Pubblica

Voci Siciliane

TICLI ENRICO TICLI ENRICO Pubblicato il 12/08/2007
Carissimo Antonino Fricano. A mio avviso sbagli quando dici che oramai

Carissimo Antonino Fricano. A mio avviso sbagli quando dici che oramai

Carissimo Antonino Fricano. A mio avviso sbagli quando dici che oramai pochi sono quelli che ti vogliono bene. In questo, che preciso non è un forum ma un libro degli ospiti, tu hai espresso dei pensieri e con dignità , anziché farlo davanti al bar, li hai voluti esternare al mondo intero hai voluto aprire un confronto con chi magari sconosce gli eventi o chi ne sa tanto da poterti indurre ad un cambiamento di opinione. A volte però, per far questo, bisogna anche saper ascoltare non partire sempre a testa bassa. E' giusto che si pongano degli interrogativi ed è meraviglioso quando di essi si discute pubblicamente (accettando anche eventuali risposte più o meno critiche) ritengo questo sia il massimo della democrazia fermo restando il non offendere nessuno. Alia è la Sicilia tutta ha bisogno di questi confronti, ha bisogno di individui che osservino da vicino l'operato dei pubblici amministratori, criticadoli o elogiandoli, se è il caso di farlo. Solo in questo modo si può aprire un confronto che porti a dei cambiamenti nella società. In risposta a Gioacchino Di Piazza ed il nuovo sito internet della Chiesa Matrice voglio innanzitutto farti i complimenti per quanto ti appresti a realizzare. Come avevo anticipato nella news del 08/07/2007 leggi news assarca sta realizzando uno spazio dedicato proprio alla Chiesa Madre, ed al gruppo ACR. Ad Alia siamo pochi ad avere un pò di iniziativa se anche noi ci disperdiamo andrà a finire che di tante belle iniziative non ne resterà nemmeno una vedi I giornali parrocchiali ( uno chiuso, l'altro esce due volte l'anno) vedi i gruppi teatrali ( da due ad uno? Boh!) ecc.. Spero non sia così anche per noi.

Alia - Viste 690 - Commenti 0