L'uomo e il pilota

Radici & Civiltà

Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformià alla nostra Politica sui cookie  Accetta i cookie da questo sito
CANNICI GIACOMO CANNICI GIACOMO Pubblicato il 08/09/2007
<b>L'uomo e il pilota</b>

L'uomo e il pilota

Quel 29 maggio del 1973, con la sua TI-22 ,Niky Dioguardi, stava per vincere l’ennesima gara del campionato americano di automobilismo, con circa 29’ secondi di vantaggio sul secondo.

Amministrava la sua prima posizione quando, all’improvviso, la rottura del braccetto della sospensione posteriore destra, causava il decollo della TI-22 di sua proprietà (…gli era costata 1.500.000 di dollari!!!).

La TI-22 si impennava per circa 100 metri schiantandosi al suolo ed incendiandosi.
Niky, dopo il tremendo impatto con il suolo e nonostante le ferite riportate e la frattura del piede, riusciva ad uscire dall’abitacolo salvandosi.

Niky, non ha mai abbandonato la sua passione per le auto, oggi ad Alia , ha una vasta collezione di macchine d’epoca.
Da semplici carcasse, diventano auto splendenti , pronte per le sfilate che si organizzano ad Alia e nei paesi limitrofi.
Passa il suo tempo dedicandosi al restauro delle auto e vivendo a contatto con la natura.

Niky, uomo semplice,sensibile, generoso e cordiale con tutti, è amato dagli Aliesi e rispettato da tutti coloro che hanno avuto l’occasione di conoscerlo, di stimarlo e di apprezzarne le qualità umane e professionali.
Bellissimo, rincontrarti, e riabbracciarti, con grande affetto, Giacomo.
Nella foto:Niky Dioguardi


Viste 4104 - Commenti 0
Iscriviti
ed inizia a pubblicare i tuoi contributi culturali