Utenti online 76
Utilizzando il nostro sito Web, si acconsente all`impiego di cookie in conformità alla nostra Politica sui cookie  
    

Poesie Siciliane

POESIA

LU PANI D`AERI E DI ST`IORNA



Ma chi pani manciamu di sti tempi?
Unni iu a finiri lu pani che sapiamu fari tanti,
na lu furnu dinntra chi aviamu tutti a di tempi?
E lu ciauru chi si sintia tantu distanti.

Lu ciauru chi facia era spiciali,
e la sustanza a mai finiri,
quantu era bonu du pani ri manciari,
quannu era cauru cu passuluna d`alivi.

A di tempi manciavamu cosi genuini!
No comu ora chi manciamu vileni
pi curpa di l`omu, che, scienza si criri r`aviri
e, ci illudi di farici manciari cosi speciali.

Oggi l`omu in ogni pianta mitti vileni
pi fari morìri l`insetti, che ci vannu a pusari,
ma nun ci pensa chi l`umanità si pò ammallare e morìri.
è chi l`omu pensa ri fari dinari; cu campa campa, e cu mori mori!

Maiorana Antonia 2623
Buseto Palizzolo (TP)




Letta nr. 372 volte


Commenti / Comments -  

Richiedi i dati di accesso

Digita il tuo indirizzo email

Digita il tuo indirizzo email nel box e clicca sul pulsante di richiesta. Se sei registrato al tuo indirizzo di posta riceverai i dati di accesso riservati

ELENCO DI TUTTI I MESSAGGI RICEVUTI
MESSAGGI NON LETTI