Pubblica

Poesie Siciliane

DI PASQUALE FRANCA DI PASQUALE FRANCA Pubblicata il 08/10/2011

LI FERI DI L’EMIGRATU

Tra Lugliu e Austu a li natii cuntrati
ogni emigratu letu fa ritornu ,
li paisi , gia’ muti e disulati ,
ora sunnu a risbigghiu notti e giornu .

‘Ntra li casi vacanti ed aggilati
torna la vita , torna lu caluri ,
e li finestri ch’eranu attangati
sunnu aperti a li raggi di lu suli !

Si levanu a lu celu soni e canti
grida di gioia e scrusciu di risati
mentri , sciami di machini assurdanti ,
fannu lu vacavegnu pi li strati .

‘Ncantisimu pri mia lu chiamirria
sta genti dd’a allestru a lu sbaragghiu ,
soffri , supporta , chianci e si ‘ngustia
cca’ , la paci ritrova e lu curaggiu ;

Cca’, dintra l’arma chi ci ridi e canta
na vuci duci duci , piulia ,
e’ la to terra chista ca ti ‘ncanta ,
e’ la to genti chi t’ammaaria !
Sac. VINCENZO BADALAMENTI BELLANCA EDITRICE – PALERMO ( Giuseppe Collurafici)

da una raccolta di Franca Di Pasquale

Letture 948 - Commenti 0
Pubblica le tue poesie
Vuoi pubblicare le tue poesie?
Inviacele al seguente indirizzo di posta elettronica : assarca2001@gmail.com