Pubblica

Poesie Siciliane

DI PASQUALE FRANCA DI PASQUALE FRANCA Pubblicata il 02/10/2014

A SAN FRANCESCO D ASSISI


Santu Franciscu. Ritorna ccà n terra:
ccè l odiu ca svampa, ccè scrusciu di guerra.
A Gubbiu curristi armatu d amuri.
Sapiannu ca un lupu mittiva tirruri.

A ddugna nisciuti, a dduocchi n fucati,
scappavano tutti li genti scantati.
Tu nveci lu fermi, lu chiami:- Fratuzzu!-
Ed iddu si calma, addiventa agnidduzzu.

Abbassa la testa, vicinu ti veni:
li genti ritornanu tranquilli e sireni.
Santu Franciscu ccè un lupu, ccè un mostru
ca metti spaventu all animu nostru.

La testa? E na bumma atomica nera:
e missili enormi su misi a dintera.
Li piedi? Su carri armati pisanti
ca portanu morti darreri e davanti.

La cuda? E na pompa ca jetta vilenu,
appesta lu cielu e l orbi tirrenu.
Du radar giganti su ncapu la testa
e dunanu un segnu si cè la timpesta.

Si grapi la vucca e manna un suspiru
s abbruscianu l uamini e n zoccu cè in giru.
E brutta la morti! E tinta la guerra!
Santu Franciscu, ritorna ccà n terra.

Tu porta un rimediu, ca cè senza dubbiu,
e cancialu comu lu lupu di Gubbiu.
Si chiama giustizia, amuri si chiama.
E tuttu lu munnu laspetta e lu brama.

Si, quannu li genti si dannu la manu.
Sciurisci la paci vicinu e luntanu.


E doveroso per tutti invocare l intercessione di San Francesco di Assisi,
patrono d Italia perché anche oggi possa ripetersi il consolante cambiamento
avvenuto nel lupo di Gubbio, che era il terrore della città e che poi è
divenuto mite come un agnello. Oggi ci sono lupi più feroci, capaci di
distruggere l umanità per mezzo delle terribili armi atomiche.
Chiediamo al santo poverello di Assisi di volere pregare il buon Dio, perché
anche oggi sia operato il prodigio di un immediato e radicale cambiamento
di tante nuove bestie in coraggiosi e costanti costruttori di pace nella
giustizia e nella fraternità .
( Cianciana 4 aprile 1984 ) DON FILIPPO FERRARO


Da una raccolta di poesie siciliane di Franca Di Pasquale

Letture 1828 - Commenti 0
Pubblica le tue poesie
Vuoi pubblicare le tue poesie?
Inviacele al seguente indirizzo di posta elettronica : assarca2001@gmail.com