Pubblica

Poesie Siciliane

DI PASQUALE FRANCA DI PASQUALE FRANCA Pubblicata il 23/10/2011

PREGHIERA AI DEFUNTI

GESU’, DIVINU AMANTI, RIFRISCU E GLORIA ALL’ARMI SANTI,
PI LU VOSTRU BEDDU VISU, PURTATINI L’ARMUZZA M’PARADISU.

VI PRIAMU O MIU SIGNURI, DATI ALL’ANIMI DULENTI
VERA PACI E GRAN CUNTENTI, NNI LA VOSTRA ETERNITA’.

OH! CHI PENI E CHI TURMENTI PROVA L ’ANIMA N’TA’ LU FOCU!
E PI IDDA PENZA POCU, CU CUNTENTU SI NNI STA’.

QUANTU BENI AVIA A LU MUNNU! CU LA MORTI LASSAU TUTTU:
SULU RESTA CHIANTU E LUTTU PRIVU D’OGNI CARITA’.

LI PARENTI E LI CUNGIUNTI, SI SCURDARU DI L’AMICI,
NUDDU PARRA E NUDDU DICI, ABBIAMU PIETA’.

DUNA ACCURA A STA’ PAROLA, TU CHI FAI LU SURDU APPOSTA
L ’AVIRAI LA TUA RISPOSTA, QUANNU MORTU SARAI TU.

NUDDU, NUDDU PI TIA PENZA, LI TO’ PENI NUDDU SENTI,
DI LU CORI E DI LA MENTI CANCILLATU SARAI TU.

BIATU CU VI CANTA LU MISERERE E VI DICI CU LA CRUNA LU RUSARIU,
VI LIBERATI DI L’AFFLITTI PENI E GHITI DAVANTI A LU NOSTRU SIGNURI.

SUNNU TUTTI ASPITTATURI DI LI NOSTRI ORAZIONI,
UNA PIA COMUNIONI, GRANNI AIUTU CI DARA’!
UN DIUNU, NA VIA SACRA E NA MISSA, CI APPLICATI,
OH! CHI AIUTU CI PURTATI LU SO TEMPU ACCURZERA’!

UNNI JERU TANTI AFFETTI, TANTI LACRIMI DI CORI???.....
A LA FINI CHI UNU MORI, NUN CI PENZA NUDDU CCHIU’!

MENTRI SONA LA CAMPANA, TUTTI SU’ SUSPIRI E CHIANTI,
MA CISSATU OGNI N’CANTU, LU DULURI SI NNI VA’.

PENZA DUNQUI A LI TO’ MORTI , FAI SUFFRAGI E MANNA BENI,
E DI GIUSTU TI CUMMENI; ED UN JORNU L’AVRAI TU.

DIU MIU, PATRI D’ AMURI, PI LA VOSTRA PIETATI,
L’ ARMI SANTI ARRIFRISCATI PI L’ AMURI DI GESU’.

ANONIMO

dalla raccolta di poesie siciliane di Franca Di Pasquale

Letture 2516 - Commenti 0
Pubblica le tue poesie
Vuoi pubblicare le tue poesie?
Inviacele al seguente indirizzo di posta elettronica : assarca2001@gmail.com